Le migliori criptovalute in cui investire nel 2018

Le migliori cripotovalute in cui investire nel 2018

L’argomento criptovalute, soprattutto negli ultimi mesi, ha acquistato molta rilevanza, soprattutto per l’enorme valore maturato in nel giro di poco tempo, salendo da 1000 a oltre 19000 dollari e continuando a salire senza arrestarsiPrima di addentrarci sui possibili investimenti è bene richiamare e spiegare alcuni concetti di base.

 

Cosa sono le criptovalute

Sfogliando la stampa ed ascoltando i media si sente spesso parlare di criptovaluta o criptomania. Cerchiamo di capire meglio di cosa stiamo parlando. Con il termine criptovaluta si identifica una valuta digitale non stampata ma generata tramite un algoritmo matematico. Può essere utilizzata per tutti pagamenti viturali ma il suo utilizzo si sta evolvendo giorno per giorno. Le transazioni in criptovalute avvengono in maniera virtuale tramite un registro contabile digitale Blockchain mentre il suo valore è determinato dalla leva domanda ed offerta . Le transazioni sono registrate in un database distribuito tra i nodi della rete mentre per la generazione di nuova moneta viene sfruttatta la crittografia. Nell’ultimo periodo il loro utilizzo sta prendendo sempre più piede.

 

Come sono nate

La prima criptovaluta è nata nel 2009 ed è il Bitcoin. Nel corso del tempo ne sono nate altre come Dash, Litecoin, Ethereum, Ripple ed il mercato è ancora in continua evoluzione. Bitcoin è indubbiamente la madre di tutte le criptovalute per vari motivi, per il valore ad oggi più alto di qualsiasi altra criptovaluta e per la capitalizzazione che compre oltre il 50% del mercato delle criptovalute . A questo si aggiunge il fatto che sempre più negozi online e fisici accettano Bitcoin. Sono tante le criptovalute che sono state create dopo il grande boom in notorietà dei Bitcoin. Altre invece, sono nate proprio da criptovalute già esistenti come ad esempio i Bitcoin Cash, nati nel 2017 dall’esplosione della precedent criptovaluta. Il modo più semplice per comprare criptomonete è affidarsi ad un servizio di wallet digitale. Quasi tutti i servizi di questo tipo offrono un’app per smartphone che rende molto più semplice e diretta la gestione del proprio account. Con il proprio wallet, dopo un processo di verifica dell’identità, si possono inviare, ricevere e conservare Bitcoin e altre criptovalute. Le criptomonete presenti sul wallet possono essere inviate a qualsiasi altro utente per effettuare pagamenti oppure possono essere conservate come forma d’investiemento.

 

Come investire in criptovalute

Sempre più persone sono interessate agli investimenti in criptovalute. Per poter procedere la prima operazione da fare è quella di iscriversi ad una piattaforma di trading ,effettuare un deposito minimo ed iniziare ad operare. Come si opera ? Effettuata la scelta della criptovaluta si dovrà decidere se acquistare o vendere senza dimenticare di inserire lo stop loss ossia la cifra che si è disponibile a perdere in percentuale o in valuta. E’ importante considerare che, come qualsiasi altra operazione di trading, anche l’investimento in criptovaluta comporta dei rischi ed è sempre vivamente consigliato investire un capitale che si è disposti a perdere.

Per il 2018 le migliori criptovalute in cui vale la pena investire sono differenti. Il Bitcoin ,che come ho accennato è stata la prima criptovaluta, ha raggiunto alti livelli di performance e risulta essere preferita grazie anche alla possibilità di scambiare futures sui Bitcoin. I futures sono strumenti di finanziari che consentono di acquistare alla scadenza ed al prezzo sottostante in questo caso il Bitcoin. La sua performance in 1 anno Bitcoin/Dollaro è stata di circa il 2000%. Sicuramente ha avuto una performance esponenziale ma potrà dare ancora dei significativi risultati.

Recentemente una valida alternativa è rappresentata dalla criptovaluta Ethereum.Differentemente dal Bitcoin con quest’ultima si è riusciti a correggere alcuni difetti della prima criptovaluta in materia di sicurezza. Ethereum consente infatti transazioni più sicure e blocchi temporali più brevi favorendo quindi maggiori scambi aperti. La disponibilità di questa criptovaluta è più ampia, infatti ne sono state generate poche rispetto al Bitcoin per cui potrà raggiungere delle perfomance interessanti. Proprio in questi giorni molti crowdfunding si stanno avvicinando ad Ethereum scegliendola come criptovaluta per i finanziamenti.

La scelta d’investimento può ricadere ancora su altre criptovalute con caratteristiche similari quali Dash, Ripple, Monero ad ancora altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *